Affari News
Covid Tax

Un’altra trovata: la “Covid-Tax“, affiora lo spirito latente del comunismo PD in attesa di strategie oniriche

<<Dovrà versarlo alle fasce più povere, chi guadagna più di 80mila euro all’anno>>. Non dunque soluzioni, innovazione, strategie che in questo momento di sostanziale break politico -almeno per i partiti abbordati al carrozzone governativo- dovrebbero suggerire una più intelligente gestione delle risorse in campo.

Bensì un non lontano parente del reddito di cittadinanza, della Robin Tax, degli 80 euro di Renzi, il cui fine è quello di una redistribuzione del capitale dalla classe dirigente e produttiva a quella proletaria. Ed in effetti la scelta non è perfettamente iniqua, se i 400 miliardi evocati dal governo Conte vendicati come incentivi all’economia non si rivelassero che un prestito UE ai cittadini da restituire all’UE.

Quindi non Flat Tax, Job Act, ammortizzatori, incubatori di startup, supporto alle nuove imprese, agli esercizi commerciali schiacciati dalle vendite online, a giovani e talentuose menti e gruppi di ricerca scientifica. Insomma, dopo il Maxi Prestito “Potenza di Fuoco”, eccoci a parlare di Robin Hood. E nemmeno tanto visto che dagli 80.000 euro l’anno va tolto il 40% di imposte.

A cura di Massi Vigilante

/* ]]> */